METODO DI LAVORO

Psicoanalisi della relazione

Ho scelto come indirizzo quello psicoanalitico perché più vicino a come penso che funzioni la mente.

Credo nell’inconscio, inteso come non consapevolezza di molto di ciò che facciamo e di come ci relazioniamo con gli altri. Ritengo che ci sia sempre qualcosa di inconsapevole in noi, qualcosa che guida le nostre azioni, le decisioni e le emozioni e che ha origine dal passato e dal periodo in cui ci siamo formati per “funzionare” così. Tutti facciamo cose “in automatico”, senza saperne bene il motivo.

Sono inoltre sempre stata affascinata dai sogni (amo dormire, grande fonte di piacere per me) che aprono sempre una finestra sui nostri aspetti più profondi.

Penso che i cambiamenti duraturi, quelli che coinvolgono il nostro modo di essere, non possano prodursi in breve tempo ma che sia un processo, anche “lento”, in cui la mente ha il tempo di riorganizzarsi.

Nello specifico, la Psicoanalisi della Relazione è un modello aggiornato nel tempo in base alle numerose ricerche nel campo della psicologia. L’approccio di Psicoanalisi della Relazione mette l’accento sulle relazioni che il soggetto che ha nella vita di tutti i giorni e sulla relazione che si crea con il terapeuta.  A partire da questa relazione di scambio autentico e rispettoso, privo di giudizio, si crea la possibilità di fare esperienza di sé.

Psicoanalisi della relazione

Ho scelto come indirizzo quello psicoanalitico perché più vicino a come penso che funzioni la mente.

Credo nell’inconscio, inteso come non consapevolezza di molto di ciò che facciamo e di come ci relazioniamo con gli altri. Ritengo che ci sia sempre qualcosa di inconsapevole in noi, qualcosa che guida le nostre azioni, le decisioni e le emozioni e che ha origine dal passato e dal periodo in cui ci siamo formati per “funzionare” così. Tutti facciamo cose “in automatico”, senza saperne bene il motivo.

Sono inoltre sempre stata affascinata dai sogni (amo dormire, grande fonte di piacere per me) che aprono sempre una finestra sui nostri aspetti più profondi.

Penso che i cambiamenti duraturi, quelli che coinvolgono il nostro modo di essere, non possano prodursi in breve tempo ma che sia un processo, anche “lento”, in cui la mente ha il tempo di riorganizzarsi.

Nello specifico, la Psicoanalisi della Relazione è un modello aggiornato nel tempo in base alle numerose ricerche nel campo della psicologia. L’approccio di Psicoanalisi della Relazione mette l’accento sulle relazioni che il soggetto che ha nella vita di tutti i giorni e sulla relazione che si crea con il terapeuta.  A partire da questa relazione di scambio autentico e rispettoso, privo di giudizio, si crea la possibilità di fare esperienza di sé.

EMDR

L’EMDR è una tecnica di psicoterapia che riduce l’intensità dei sentimenti negativi associati ai ricordi di eventi traumatici.

Questa tecnica permette di lavorare sia sulla mente che sul corpo, proprio perché a volte è come se alcune sensazioni vi rimanessero imprigionate e non sempre si riesce da soli a dare senso a ciò che succede a livello corporeo. Con l’EMDR non scompare il ricordo dell’evento ma si riduce la sofferenza ad esso associata, in modo che ci possa essere più spazio per nuove energie da investire sul futuro.

EMDR

L’EMDR è una tecnica di psicoterapia che riduce l’intensità dei sentimenti negativi associati ai ricordi di eventi traumatici.

Questa tecnica permette di lavorare sia sulla mente che sul corpo, proprio perché a volte è come se alcune sensazioni vi rimanessero imprigionate e non sempre si riesce da soli a dare senso a ciò che succede a livello corporeo.
Con l’EMDR non scompare il ricordo dell’evento ma si riduce la sofferenza ad esso associata, in modo che ci possa essere più spazio per nuove energie da investire sul futuro.